Home / Biblioteca / Shelf Life Improvement Program (SLI)
 

SHELF LIFE IMPROVEMENT PROGRAM (SLI)

L’incremento della temperatura che alza i pH, riduce l’acidità e brucia gli aromi e un mercato sempre più dominato dalla grande distribuzione che impone la legge dei grandi numeri e del just-in-time, sono condizioni che portano a produrre vini dotati di scarsa longevità e tendenti all’invecchiamento precoce.

In aiuto agli enologi che hanno bisogno di conservare la freschezza dei loro vini, Enartis propone una linea di prodotti pensati per prolungare la vita del vino.

Il Programma di Shelf- Life Improvement (SLI) comprende numerosi strumenti che possono essere utilizzati durante il processo di vinificazione: scoprili qui (apri il PDF).

 

COME SI MANIFESTA L’INVECCHIAMENTO PRECOCE DEL VINO

L’invecchiamento precoce è causato di fatto dall’ossidazione. Attraverso una reazione redox catalizzata da metalli di transizione - Cu+ e Fe2+ - l’ossigeno è convertito in radicali liberi molto reattivi, capaci di ossidare un numero elevato di composti presenti nel vino.
Nei vini bianchi, l’aroma varietale, fruttato e fresco viene perso e lascia il posto a note pesanti di miele e cera d’api che si accompagnano spesso ad un incupimento del colore e allo sviluppo di un retrogusto amaro. Nei vini rossi invece, compaiono aromi di prugna secca e frutta cotta. Al palato il vino si appiattisce e si osserva l’ingiallimento del colore. In conclusione, l’invecchiamento precoce rende i vini tutti uguali: si perdono identità varietale e terroir.

Un modo efficace per allungare la shelf-life del vino è adottare strategie capaci di bloccare il processo ossidativo.
Queste strategie includono:
• ridurre il contenuto di catechine (precursori dell’ossidazione)
• eliminare i metalli (catalizzatori dell’ossidazione)
• controllare il potenziale redox (riduzione del rischio di ossidazione)
• controllare la solubilizzazione dell’ossigeno.

 
back to top